Cos’è la Libertà?

Cos’è la Libertà?

Cos’è la Libertà?

Spesso e volentieri sentiamo dire che l’essere umano è libero. Ma esattamente, cos’è la libertà ?

Ci sono due tipi di libertà, con due tipi di ostacoli. La prima è quella degli altri nei confronti dell’individuo, la seconda è quella dell’individuo nei confronti di sé stesso. Ci sono diversi modi per raggiungere la libertà ma non tutti sanno che vi è una scorciatoia che fa sì di ottenere la libertà assoluta, ovvero uscire dagli schemi e le etichette imposte da altri. Noi siamo i primi ad auto ostacolarci accettando ciò che va bene per la società, ciò che può sembrare il cosiddetto logico e normale corso delle cose e della vita, senza opporci e trovare noi stessi per paura di rompere il sottile filo che rappresenta la perfezione agli occhi degli altri quando la sua rottura può portare alla libertà assoluta, da ogni forma di pregiudizio. Questo succede perché l’essere umano ha timore del drastico cambiamento che può avere un’azione fuori dagli schemi, dopo essersi abituato ad un certo stile di vita che si è già fatto proprio per comodità.

6ea286ad-cfd9-4e96-9c13-0f11288e45b9

Si ha sempre paura di ciò che non si conosce, dell’inusuale. Viene automatico citare il “mito della caverna” di Platone, nonostante il passare degli anni, l’essere umano non è riuscito a superare la paura di essere e fare ciò che vuole, senza oltraggiare la sicurezza propria e altrui ovviamente, per paura del pregiudizio e del pensiero che possono avere gli altri nei propri confronti e ciò rappresenta il più grande ostacolo verso le due libertà. Se noi siamo i primi a non poterci imporci e dire cosa vogliamo e cosa no, come possiamo aspettarci la comprensione degli altri? L’insicurezza che abbiamo viene percepita, trasmessa e tradotta dagli altri in paura del diverso. Dobbiamo essere i primi a dire la nostra, senza accettare le cosiddette etichette imposte da altri solo perché è così che deve essere.

Un piccolo esempio che posso portare è il pensiero di appartenere al cielo, uno dei posti più liberi e reali che possa esserci, uno dei posti più liberi e reali che possa esserci. Ho sempre rifiutato di essere etichettata come italo-tunisina o tunis-italiana perché mi sento più una terrestre, appartengo al pianeta chiamato Terra, le regioni, le religioni e tutto ciò che usa l’essere umano per rappresentare l’altro è venuto dopo ed è stato imposto da altri. Io appartengo a tutte le regioni e a nessuna contemporaneamente, nel senso che non può una regione o religione essere usata per rappresentarmi in quanto posso condividere alcune cose, culture e usanze che sento mie come posso non condividerne alcune, ovunque vado prendo e lascio qualcosa di me. Motivo per cui voglio diventare pilota d’aereo e motivo per cui amo il cielo, privo dei confini visibili imposti dalla paura dell’essere umano.

Rawen Laid