L’Ave Maria di Schubert in un arrangiamento di Giuseppe Vitale

L’Ave Maria di Schubert in un arrangiamento di Giuseppe Vitale

La melodia dell’Ave Maria di Schubert mi è sempre piaciuta. Ho avuto l’opportunità di imparare a suonarla al pianoforte e poi di registrarla con il computer.

L’Ave Maria è una musica religiosa e ascoltandola ho sempre avuto la sensazione che in qualche modo parlasse di me, che mi dicesse di non arrendermi mai e che i miei sogni, come anche quelli degli altri, sono degni di rispetto.

Non avevo mai utilizzato il pc per fare musica e per registrare. Sono rimasto sorpreso dalle tante possibilità che il computer offre.

Ero molto curioso: durante le lezioni con Angelo Riggio ho creato un mio arrangiamento di questo brano scegliendo gli strumenti più opportuni.

Prima di tutto ho registrato un pad, cioè un sottofondo che funziona come base per tutto l’arrangiamento. Ho registrato andando a tempo col metronomo.

La mia versione dell’Ave Maria si divide in 2 parti. Per la prima ho scelto come strumento principale un flauto indiano: una scelta forse strana ma secondo me adatta. Per la seconda parte ho usato un timbro di sintetizzatore. C’è un contrasto tra il flauto e il synth: il flauto è delicato, morbido e pacato, mentre il synth è più intenso, fa aprire il brano e dà un senso di luminosità.

Dopo il synth ho inserito la batteria che non era presente nella versione originale dell’Ave Maria. Nel mio arrangiamento la batteria è utile perché dà un senso ritmico e di movimento. Ho scelto un timbro di batteria elettronica suonando le varie parti (grancassa, rullante, charleston) sulla tastiera midi. Nella seconda metà della prima parte mi è sembrato necessario registrare un’ulteriore traccia percussiva (shaker) per rafforzare il ritmo. Inoltre, ho usato il suono del crash per segnare l’inizio e la fine delle diverse sezioni.

Nella seconda parte il ritmo è ancora più presente dal momento che ho registrato un suono di splash sulla pulsazione.

Andando avanti ho ascoltato il suggerimento di Angelo, il mio insegnante di pianoforte e composizione, per cui ho inserito una chitarra acustica come abbellimento su tutte e due le parti.

Una volta terminato tutto l’arrangiamento, il brano è stato caricato sul canale ZisoundLab della piattaforma SoundCloud.

Questo è il primo lavoro che pubblico. Spero che vi piaccia.

Presto ne arriveranno altri.

Giuseppe Vitale (Ascolta il brano al link sottostante)

dal-blog-zis